http://Philosophia - Il cammino del pensiero - Nietzsche, la "morte di Dio" e l'eterno ritorno" (Severino).

Titolo: I confini del visibile

Scuola: Liceo scientifico statale " E. Fermi" di Aversa

Materia: Filosofia

Classe: quinta F

Periodo: Marzo - Aprile.

 

Argomento curricolare: I confini del visibile: Marx e Nietzsche

(indicare l’argomento curricolare che si vuole affrontare con approccio flipped classroom, esempi: la struttura particellare  della materia, , il Congresso di Vienna, le equazioni lineari,  ecc.)

 

Il mondo appare in preda a crisi di intensità, di frequenza e di ampiezza che non riusciamo neppure più a stimare, crisi che chiamiamo di volta in volta ecologiche, umanitarie, etiche, economiche, finanziarie, scientifiche tali che sembra che il destino stesso dell'umanità sia minacciato senza rimedio: essa è assurta a paradigma di un'epoca. La filosofia non ha mai smesso di interrogarsi intorno a questo paradigma. I due filosofi dell'ottocento, Marx e Nietzsche hanno tematizzato il paradigma della crisi fino ai confini del visibile: illusioni, feticci, ideologie.

 Con gli studenti, ci si propone di sollevare il problema a partire delle esperienze critiche soggettive e collettive per innalzare lo sguardo ad una dimensione mondiale, attraverso la pratica di indagini sociali (lettura di articoli di giornali) e di ricerche storiche e storiografiche ( brani selezionati di analisi storiche), per un'educazione alla coscienza critica e alla responsabilità attiva.

 

 

La Sfida. Come si attiva l’interesse e la motivazione degli allievi:

(indicare come si intende stimolare l’interesse, la curiosità e coinvolgere gli allievi in modo da renderli parte attiva nella costruzione delle conoscenze indicate. Tipicamente ciò avviene lanciando una sfida che può consistere nel porre una domanda a cui rispondere, un problema da risolvere, una ricerca da effettuare, un caso da analizzare in modo coinvolgente e motivante.)

 

 

Di fronte ad una situazione di crisi planetaria, ci si chiede se responsabile sia il Destino, cioè qualcosa di Eterno e dunque Immutabile o se responsabile sia il Caso, cioè una fra le occorrenze possibili del divenire storico e dunque Modificabile. Ci si chiede cioè se essa sia rimediabile o irrimediabile.

L'interesse si attiva partendo dal racconto e dalla disamina di casi locali e particolari di situazioni di crisi che abbiano coinvolto gli studenti; si passano in rassegna e si vagliano gli effetti e le reazioni che le stesse situazioni producono e le mosse logiche e pratiche che esse suscitano. Si analizzano brani filosofici degli autori scelti per acquisire un habitus investigativo." Che cosa si vede e cosa resta invisibile nella fase della circolazione delle merci?" " E' possibile un mondo senza miserie? Se si, come; se no, perchè?" Costruire un dibattito intorno ai quesiti.

 

Lancio della Sfida. Quali attività si svolgono prima o in apertura della lezione:

(indicare se l’azione didattica proposta prevede attività preparatorie da svolgere prima della lezione d’aula. Ed esempio fruizione di risorse didattiche che costituiscano un quadro di riferimento, richiamino preconoscenze, attivino la curiosità oppure attività di verifica delle conoscenze già affrontate per mettere meglio a punto l’azione in classe. Indicare le risorse digitali eventualmente utilizzate quali LMS, video, presentazioni multimediali, testi...)

Visione del video youtube. Philosophia - Il cammino del pensiero - Nietzsche, la "morte di Dio" e l'eterno ritorno" (Severino).

Visione del video youtube Marx pluslavoro

Visione di un film da scegliere: Tempi moderni  di Chaplin; I compagni di Monicelli etc...